Fare da soli o affidarsi ad un’agenzia di comunicazione?

Fare da soli o affidarsi ad un’agenzia di comunicazione?

Marketing operativo: perché affidarsi a un’agenzia di comunicazione?

Tanti si chiedono il perchè sia utile affidarsi ad un’agenzia di comunicazione a e talvolta la risposta è la seguente “posso benissimo fare da solo oppure chiamare un mio collaboratore solo quando mi serve”. Molti pensano che è un’attività marginale che molto spesso si può fare da soli quando si ha tempo o affidarla a qualche amico. Alcune aziende ritengono che non serve affidarsi ad un’agenzia di comunicazione ma che possono benissimo arrangiarsi internamente. Così la conseguenza è che non si pianifica nulla, poichè non si ha nè il tempo nè le risorse per farlo, e non si riesce ad elaborare una vera e propria strategia di marketing. Ma tutti sappiamo che pianificare una strategia di marketing operativo è fondamentale.

Mai come in questi tempi di veloci cambiamenti, dove le esigenze ed i bisogni mutano costantemente, è necessario comprendere e studiare l’evoluzione dei bisogni del consumatore, per preparare una strategia che giochi d’anticipo e risulti efficace in termini commerciali.

Più saremo precisi nel definire il ‘consumatore tipo’ ( la nostra Buyer Persona) più performante sarà la nostra azione commerciale.

Ma perchè dovremmo affidarci ad un’agenzia di comunicazione?

Ecco alcuni motivi per cui secondo noi è fondamentale affidarsi ad un’agenzia di comunicazione competente.

1. Approccio strategico globale

Pianificare tutto, ma proprio tutto, aiuta ad anticipare la direzione del successo:

  • studiare la soluzione che sta cercando il nostro potenziale cliente (Buyer Persona)
  • offrire un prodotto o un servizio che sia la risposta che sta cercando, con stile ed originalità
  • valorizzare i nostri punti forza, considerando ogni limite o debolezza che potremmo incontrare nella nostra gestione, preparando un’alternativa possibile, facilmente gestibile in tempi ristretti.

Dobbiamo avere bene in mente che le parole chiave che sono alla base di una buona strategia di marketing, e pertanto di un’agenzia di comunicazione competente, sono analisi, obiettivi, strategie, pianificazione. È fondamentale adottare un approccio strategico globale che coordina e gestisce i vari elementi che compongono il progetto, piuttosto che una somma d’azioni incoerenti e scoordinate tra loro. Un’agenzia di comunicazione parte da qua, cerca di immaginare lo strumento come parte di un tutto che opera per rafforzare il nostro business, ha una visione strategica e pianifica un piano di comunicazione integrata su misura.

2. Competenza
Un progetto di comunicazione fatto in casa e senza alcun competenza in merito può fare più danni che altro, soprattutto se non pianificato, frettoloso o superficiale. Una buona agenzia di comunicazione, invece, ha al suo interno figure professionali dedicate per qualsiasi progetto di comunicazione e un bagaglio di esperienze tali da farle capire immediatamente, cosa funziona in un settore e cosa invece non funziona, come ci si rivolge o come non ci si rivolge a un target specifico, quando un messaggio pubblicitario è forte e quando invece è debole, oppure cosa cambierà nel modo di fare comunicazione nei prossimi cinque anni.

Le tecniche fai-da-te spesso saltano subito all’occhio anche ai non addetti ai lavori. Dietro l’immagine coordinata, infatti, c’è uno studio ad hoc che parte dalla storia della nostra azienda, dai valori che vogliamo comunicare e arriva fino alla scelta dei colori, della calligrafia e delle immagini. E’ un’attività che non va improvvisata. Come ad esempio l’aggiornamento social, molti pensano di poterlo fare da soli perchè avendo un profilo in facebook lo conoscono e sanno come gestirlo. Ma non è pèropriamente così. E’ importante sapere cosa dire e come dirlo, sapere a chi rivolgersi, usare le tecniche corrette.

3. Individuare target di riferimento
Un’agenzia di comunicazione effettua un’analisi dettagliata del nostro target di riferimento e delle realtà simili che si muovono attorno a noi; studia le nostre caratteristiche distintive e il modo migliore per farle arrivare a destinazione, attraverso la scelta dei canali online e offline, copywriting, immagini e grafica, e materiale promozionale.

4. Integrazione di più strumenti

Un’agenzia dopo averci analizzato e capito i nostri bisogni attiva una serie di strumenti online e offline nel modo più appropriato per perseguire i nostri obviettivi. Ogni canale di comunicazione dalla newsletter ai social media deve essere sfruttato in modo professionale. Il che significa individuare gli obiettivi, pianificare l’attività e misurare i risultati. Spesso le aziende pensano erroneamente di star usando in modo corretto alcuni strumenti di comunicazione e finiscono con il danneggiarsi da sole.
Ricordiamoci che un’agenzia di comunicazione ci aiuta a pianificare ed evidenziare al meglio il nostro messaggio, veicolandolo verso il giusto target e mettendo in risalto i nostri punti di forza. Per avere un sito internet che funzioni perfettamente, per quanto riguarda tutta la parte di backhand, l’assistenza clienti, le prenotazioni o gli acquisti, piuttosto che la visibilità sui motori di ricerca non ci si puà improvvisare web master.

5. Creare una Lead Generation di qualità

Per costruire un piano di comunicazione vincente, abbiamo detto sopra, il primo passo è pianificare ma la pianificazione è costruita su 3 punti chiave fondamentali:

  • Buyer Persona
  • Buyer Journey
  • Parole Chiave.

Questo spesso non viene considerato e vengono così generati contenuti senza tener presente chi li legge.

Voi cosa ne pensate? Vi affidate o affidereste ad un’agenzia di comunicazione o preferite fare tutto in “casa”?

Fonte: http://www.blablamarketing.it/perche-affidarsi-ad-unagenzia-di-comunicazione/

Cristina Stellato
Cristina Stellato
social@graphicnerd.it

Sto lavorando, al momento non ho una biografia ma prometto di farla il prima possibile :D

Al momento non sono presenti commenti. Vuoi essere il primo?

Dicci la tua! Aggiungi un commento